CRONACAULTIME NOTIZIE

Si riaprono le saracinesche di bar, gastronomie, ristoranti, pasticcerie, cartolerie

Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, con apposita ordinanza ha stabilito che a partire da lunedì 27 aprile e fino al 3 maggio 2020 possono riaprire bar, ristoranti, pizzerie, pasticcerie e gelaterie in Campania, ma solo per consegne a domicilio.

Saranno consentite le attività ed i servizi di ristorazione, fra cui pub, bar, gastronomie, ristoranti, pizzerie, gelaterie e pasticcerie. Per i bar e le pasticcerie, l’orario di apertura sarà dalle ore 7,00 alle ore 14,00, le altre attività esclusivamente dalle ore 16.00 alle ore 22.00. Per tutte le attività commerciali è prevista la sola modalità di prenotazione telefonica e consegna a domicilio, sempre nel rispetto delle norme igienico-sanitarie nelle diverse fasi di produzione, confezionamento, trasporto e consegna dei cibi e salvo l’obbligo di attenersi alle prescrizioni di cui al successivo punto 2.

Inoltre con la suddetta ordinanza sono consentite le attività di commercio al dettaglio di articoli di carta, cartone, cartoleria e libri, esclusivamente dalle ore 8.00 alle ore 14.00, con raccomandazione di adottare misure organizzative atte a promuovere la modalità di vendita con prenotazione telefonica ovvero on line e consegna a domicilio.

Tutti gli esercenti e gli operatori impegnati nelle attività, dovranno sempre osservare misure di sicurezza e precauzionali come prescritte nell’ordinanza ed il mancato rispetto delle misure di contenimento e prevenzione del rischio di contagio, comporterà delle sanzioni amministrative, da 400 a 3000 euro.

“E’ un primo passo e di un primo segno di rilancio delle attività economiche secondo una linea di responsabilità e di prudenza” – così ha commentato il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, al quale ha fatto eco sul suo profilo Facebook il primo cittadino di Ercolano, Ciro Buonajuto, che ha affermato “Un passo alla volta, sembra finalmente di riuscire a vedere la luce in fondo al tunnel. Continuiamo ad evitare spostamenti non necessari. Sarebbe davvero un peccato vanificare il sacrificio di queste settimane con un comportamento imprudente.”

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close