CRONACAULTIME NOTIZIE

Richieste le conferme dell’ergastolo per il killer e mandanti del neomelodico Savio

Il procuratore generale della Corte di Assise di Napoli, ha chiesto la conferma dell’ergastolo per mandanti e fiancheggiatori dell’omicidio di Salvatore Barbato, cantante neomelodico in arte Savio, vittima innocente della camorra, ucciso con una decina di colpi di pistola in via Mare ad Ercolano, il 13 novembre del 2009 semplicemente perché ebbe la sfortuna di possedere lo stesso modello di auto, una Susuki Swift di colore grigio, di un affiliato del clan Birra-Iacomino.

I killer giunti sul luogo dell’omicidio con una moto di grossa cilindrata, scambiarono il giovane cantante neomelodico per il vero obiettivo dell’agguato, Ciro Savino, esponente di spicco del clan Birra-Iacomino.

Richieste le condanne per il boss Natale Dantese, il presunto mandante, e per Antonio Sannino e Pasquale Spronello che avrebbero aiutato il killer Vincenzo Spagnuolo.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close