CULTURA ED EVENTIULTIME NOTIZIE

Riaperta la Casa del Bicentenario al Parco Archeologico di Ercolano

Grazie alla sinergia tra Ministero, Parco Archeologico di Ercolano, Soprintendenza di Pompei, Hcp (Gruppo Packard), Getty Museum e Comune di Ercolano, stamane è stata riaperta al pubblico la Casa del Bicentenario, chiusa nel lontano 1983 in seguito a dissesti strutturali.

La Casa del Bicentenario, così denominata poiché fu portata alla luce durante gli scavi condotti nel 1938 dall’archeologo Amedeo Maiuri, a duecento anni esatti dall’avvio ufficiale degli scavi borbonici della città di Herculaneum avvenuti nel 1738, è una delle più importanti domus conservate nel Parco Archeologico di Ercolano; un luogo dal valore inestimabile che così come ha affermato il primo cittadino Buonajuto “ci fa capire quanto straordinaria sia la storia della nostra città”, si sviluppa su una superficie di oltre 600 metri quadri, su tre piani.

Il taglio del nastro è avvenuto alla presenza del Ministro dei Beni Culturali e Turismo, Dario Franceschini, del Direttore del Parco archeologico di Ercolano, Francesco Sirano e del Sindaco del Comune di Ercolano, Ciro Bonajuto.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close