CRONACANOTIZIE DAL VESUVIANONOTIZIE DI ERCOLANOULTIME NOTIZIE

No alla riapertura delle scuole ad Ercolano, Portici e San Giorgio a Cremano

I sindaci di San Giorgio a Cremano, Ercolano e Portici hanno deciso all’unanimità di tenere chiuse le scuole fino al 28 novembre, disattendendo alla decisione del Presidente della Regione Campania, De Luca.
Da domani in Campania assisteremo a una graduale abbandono delle DAD (attività didattiche a distanza) che verranno preferite a quelle in presenza, ma, dopo Torre del Greco, anche gli altri Comuni limitrofi hanno espresso la loro decisione avversa alla riapertura parziale delle scuole.

A comunicarlo alla cittadinanza della città degli scavi, l’avv. Ciro Buonajuto, primo cittadino di Ercolano, che in una nota diffusa sul suo profilo Facebook ha così scritto:
“I sindaci di San Giorgio a Cremano, Portici ed Ercolano, valutate le condizioni relative al rischio di contagiosità nei propri territori, hanno deciso di sospendere le attività didattiche in presenza fino al 28 novembre. Non torneranno quindi a scuola gli alunni delle scuole dell’Infanzia (0-6 anni), asili nidi, nonché della prima classe della scuola primaria di tutti gli istituti pubblici e privati, presenti sui territori comunali, fatta eccezione per lo svolgimento delle attività destinate agli alunni affetti da disturbi dello spettro autistico e/o diversamente abili, il cui svolgimento in presenza è consentito previa valutazione, da parte dell’Istituto scolastico, delle specifiche condizioni di contesto. Le attività didattiche delle scuole di ogni ordine e grado – sia pubbliche che private – si svolgeranno quindi ancora con modalità “a distanza”. Fin quando non avremo garanzie e rassicurazioni sulle condizioni di sicurezza, prediligiamo la linea della cautela e della prevenzione per tutelare la salute delle nostre comunità”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button