CRONACAULTIME NOTIZIE

NO ai botti di Capodanno

Con l’approssimarsi della notte di Capodanno, anche quest’anno scatta l’allarme delle Istituzioni, puntualmente disatteso, contro i fatidici botti dell’ultimo dell’anno, pericolosi, costosi, inutili ed inquinanti.

Il sindaco di Ercolano Ciro Bonajuto, nell’ambito di un processo di sensibilizzazione anti-botti per il Capodanno 2020, ha firmato un’ordinanza sindacale a supporto delle misure per la prevenzione dei rischi derivanti dall’impiego di giochi pirotecnici.

Nel corso del periodo natalizio sarà vietato l’utilizzo di qualsiasi tipologia di fuoco d’artificio illegale, pertanto i fuochi pirotecnici non potranno essere accesi né in luoghi pubblici né tanto meno in luoghi privati, dal momento che potrebbero verificarsi delle conseguenze pirotecniche nei vicini luoghi pubblici.

«Mi appello al senso di responsabilità di tutti – afferma il sindaco – affinché vengano rispettate le norme di buon senso a tutela dei bambini e di tutti quanti potrebbero essere danneggiati dall’esplosione incontrollata dei fuochi. Siamo stati presenti nelle scuole con le forze dell’ordine per sensibilizzare le nuove generazioni contro ogni utilizzo di fuochi pericolosi e con l’ordinanza intendiamo regolamentare questo percorso di formazione per evitare drammi in giorni di festa».

Verrà rispettata l’ordinanza ? Ce lo auguriamo, ma consentiteci un minimo di scetticismo. Sicuramente ci affianchiamo all’appello del Primo cittadino di Ercolano: a Capodanno l’unico botto che si deve ascoltare è quello delle bottiglie di spumante che si aprono !

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close