APPROFONDIMENTIEDITORIALE

Infezione da SARS Covid-2: carica virale alta o bassa ?

Per i nostri Visitatori, quest’oggi voglio sfatare un luogo comune.
In questi giorni sto leggendo di post dove si commenta l’infezione da Coronavirus per alcuni personaggi politici o pubblici come, Zingaretti, Berlusconi, il premier inglese Boris, Briatore, ecc. ecc. guariti rapidamente dal Coronavirus.

Puntualmente si ironizza sulla rapide guarigioni. A Napoli affermiamo GRANDEZZA E’ DDIO !!!

La verità è una sola, o questi personaggi il SARS Covid-2 non se lo sono mai beccato, il che è improbabile, poiché sarebbe davvero grave che si utilizzasse una malattia per favorire il consenso elettorale (ANCHE SE DELLA COSA NON MI MERAVIGLIEREI), o cosa molto PIU’ PROBABILE, questi personaggi si sono effettivamente infettati, ma con una carica virale MOLTO BASSA (checché ne dica il Cavaliere).

Mi spiego: quando la concentrazione di un’agente tossico nel sangue è molto bassa, i rischi di malattia sono altrettanto bassi, quindi l’evoluzione della malattia è facilmente controllabile con i farmaci di cui disponiamo; viceversa se la carica virale è ALTA, o molto alta, e coesistono patologie croniche, il paziente è particolarmente infettivo, i rischi aumentano notevolmente e la malattia risulta molto più contagiosa e pericolosa.

Voglio fare un esempio facile facile: lo sapete che nell’acqua del rubinetto è presente l’ARSENICO (vi ho postato la Tavola Periodica degli Elementi per richiamare un po’ di Chimica)?
Ebbene sì, è presente in una concentrazione così bassa, circa lo 0,01 mg per litro, che non può creare alcun problema alla salute. Viceversa, se dovessimo sciogliere una quantità di 100 mg di arsenico in un bicchiere d’acqua, la morte sarebbe immediata o al massimo in pochi minuti.

Morale della favola: se la carica virale è molto bassa i danni all’organismo sono altrettanto bassi, però ciò non significa che le misure di protezione quali DISTANZIAMENTO, PULIZIA E MASCHERINA non siano necessarie, anzi. Vanno sempre adottate poiché il soggetto infetto non ha stampato sulla fronte la propria carica virale e quindi una volta infettati sarebbe comunque per noi una “roulette russa”.

E poi, diciamoci la verità, noi non siamo personaggi pubblici, fortuna non ne abbiamo. A Napoli affermiamo O’ CAN MOZZECA SEMPRE ‘O STRACCIAT (traduco per i non napoletani: il cane prende a morsi sempre lo straccione, ovvero i guai non vengono mai da soli).
Pertanto, proteggersi è d’obbligo, a prescindere !

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close