SPORT

FIFA Women’s World Cup di Francia 2019

Dal 7 giugno al 7 luglio 2019 l’ ottava edizione della Women’s World Cup sbarca in Francia e vedrà la nazionale italiana, guidata dalla cittì Milena Bertolini, tornare a disputare la fase finale dopo vent’anni.

La campionesse azzurre, partite il 2 giugno da Fiumicino, hanno raggiunto Valenciennes sede del ritiro.

Le squadre partecipanti alla fase finale saranno 24, di cui otto europee oltre alle padrone di casa. Raccolte in sei gironi da 4:

Questo il cammino verso la finale

FASE A GIRONI
Venerdì 7 giugno
Gruppo A: Francia – Sud Korea (21:00, Parigi)
Sabato 8 giugno
Gruppo A: Norvegia – Nigeria (15:00, Reims)
Gruppo B: Spagna – Sud Africa (18:00, Le Havre)
Gruppo B: Germania – Cina (21:00, Rennes)
Domenica 9 giugno
Gruppo C: Australia – Italia (13:00, Valenciennes)
Gruppo C: Brazil – Giamaica (15:30, Grenoble)
Gruppo D: Inghilterra – Scozia (18:00, Nizza)
Lunedì 10 giugno
Gruppo D: Argentina – Giappone (18:00, Parigi)
Gruppo E: Canada – Camerun (21:00, Montpellier)
Martedì 11 giugno
Gruppo E: Nuova Zelanda – Olanda (15:00, Le Havre)
Gruppo F: Cile – Svezia (18:00, Rennes)
Gruppo F: Stati Uniti – Tailandia (21:00, Reims)
Mercoledì 12 giugno
Gruppo A: Nigeria – Sud Korea (15:00, Grenoble)
Gruppo B: Germania – Spagna (18:00, Valenciennes)
Gruppo A: Francia – Norvegia (21:00, Nizza)
Giovedì 13 giugno
Gruppo C: Australia – Brasile (18:00, Montpellier)
Gruppo B: Sud Africa – Cina (21:00, Parigi)
Venerdì 14 giugno
Group D: Giappone – Scozia (15:00, Rennes)
Gruppo D: Inghilterra – Argentina (18:00, Le Havre)
Gruppo C: Giamaica – Italia (21:00, Reims)
Sabato 15 giugno
Gruppo E: Olanda – Camerun (18:00, Valenciennes)
Gruppo E: Canada – Nuova Zelanda (21:00, Grenoble)
Domenica 16 giugno
Gruppo F: Stati Uniti – Cile (15:00, Parigi)
Gruppo F: Svezia – Tailandia (18:00, Nizza)
Lunedì 17 giugno
Gruppo B: Cina – Spagna (18:00, Le Havre)
Gruppo B: Sud Africa – Germania (18:00, Montpellier)
Gruppo A: Nigeria – Francia (21:00, Rennes)
Gruppo A: Sud Korea – Norvegia (21:00, Reims)
Martedì 18 giugno
Gruppo C: Giamaica – Australia (21:00, Grenoble)
Gruppo C: Italia – Brasile (21:00, Valenciennes)
Mercoledì 19 giugno
Gruppo D: Giappone – Inghilterra (21:00, Nizza)
Gruppo D: Scozia – Argentina (21:00, Parigi)
Giovedì 20 giugno
Gruppo E: Camerun – Nuova Zelanda (18:00, Montpellier)
Gruppo E: Olanda – Canada (18:00, Reims)
Gruppo F: Svezia – Stati (21:00, Le Havre)
Gruppo F: Tailandia – Cile (21:00, Rennes)

Interessante il rientro economico per le squadre partecipanti, infatti quest’anno la FIFA ha dedicato ai premi di partecipazione e piazzamento un budget da record per la manifestazione di 50 milioni di dollari, così suddivisi: 30 milioni saranno riservati ai piazzamenti, 11.5 destinati alla preparazione e alle amichevoli pre-mondiali, 8.5 invece collocati al Club Benefits Programme, ovvero somme di denaro riservate ai club nei quali militano le atlete, come accade già per il calcio maschile. Queste due voci di budget sono introdotti per la prima volta a Francia 2019; questi 50 milioni di dollari rappresentano un aumento del 233% rispetto al 2015, quando per il mondiale in Canada i premi in denaro erano di 15 milioni.

Quest’anno le campionesse del mondo incasseranno 4 milioni di dollari, mentre arrivare sul podio vorrà dire guadagnare più di 2 milioni. Passare il girone vale 1 milione.

Se si esce subito si viene consolate con 750 mila dollari, oltre ai 1.2 milioni sicuri erogati per la fase di preparazione. Mal che vada, quindi, la campagna azzurra in Francia porterà poco meno di due milioni di dollari. Vincendo, invece, ci si può assicurare 5,2 milioni, senza contare i benefit per i club.

Possiamo senz’altro confermare il Mondiale di Francia 2019 arriva a conclusione di un quadriennio di grande crescita economica e mediatica per il calcio femminile, soprattutto a livello europeo e italiano. In Italia, la Serie A 2018-19 è stata la prima edizione organizzata direttamente sotto l’egida della Federazione Italiana Gioco Calcio dopo il passaggio del movimento femminile al professionismo ed è stata la prima edizione con una rilevante copertura mediatica su Sky Sport che si è assicurata anche le riprese dell’intera competizione mondiale.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Close